Areni

Tornare alla Pagina Principale


Areni 2: La chiesa di S. Astvazazin. Altre costruzioni

La chiesa di S. Astvazazin

La chiesa fu costruita nel 1321 su commissione dell'arcivescovo Hovhannes Orbel. L'architetto fu lo scultore e miniaturista Momik (?-1333/9) che venne chiamato dalla Cilicia a Glazor negli anni 1302-4. Egli divenne famoso per le splendide miniature del suo capolavoro “Il Vangelo della guerra”, per “L'ascensione”, “L'apparizione dell'angelo alle sante donne”. Dopo 17 anni la vista di Momik gradualmente peggioro' e nel 1307 non pote' portare a termine il suo ultimo Vangelo.In seguito concentro' tutta la sua abilita' nell'architettura e scultura creando capolavori a Noravank, Tatev, Yegheghis (la chiesa Zoraz), Glazor e altrove.

La chiesa S. Astvazazin rappresenta l'apice della creativita' di Momik. La chiesa si differenzia per la propria simmetria armoniosa.

E' sempre opera di Momik il meraviglioso bassorilievo “La Madonna col Bambin Gesu' in braccio” sull'architrave dell'entrata occidentale. La Madonna seduta sul trono e' raffigurata realisticamente, col costume del tempo. Tutta la superficie dell'architrave e' lavorata con incisioni ornamentali di viti.

Nella struttura interna della chiesa prevale la cupola slanciata poggiata su due sostegni e su due colonne singole ;cio' non e' caratteristico delle chiese armene. Sulle arcate che sostengono la cupola sono scolpiti i simboli dei 4 evangelisti.

Nel cortile della chiesa si conservano pietre tombali e khachkar di diversi periodi. Le croci di pietra con piccole dimensioni ma con decorazioni ornamentali complesse risalgono allo stesso periodo della chiesa, mentre quelle piu' grandi e rozze sono piu' antiche.Alcuni resti mostrano sculture di croci doppie e triple. Questa composizione e' caratteristica di altre sculture del 4˚ secolo.

Altre costruzioni

Le rovine medievali: Areni medievale era proprieta' della casa principale dei Orbelian. Nel 14˚ secolo possedevano un grande villaggio e un palazzo reale che apparteneva al principe Tarsajij Orbelian. Le rovine si trovano nell'area della chiesa.

Sul letto antico del fiume Arpa si conservano i resti del ponte con quattro archi larghi del 13˚ secolo. Il ponte venne costruito dal vescovo Sarghis, superiore di Noravank.

Le cappelle: Nella zona del villaggio Areni furono conservate alcune cappelle medievali e croci di pietra. Alcune di queste sono nei cortili delle case, altre nei terreni circostanti. Tra queste la cappella-grotta di S. Sarghis nelle rocce e la cappella di S. Grigor Nahapet che assomiglia al santuario “Tukh manuk”.

Hrashqaberd e' una fortezza medievale distrutta. Si trova sulle pendici del monte, sul lato sud-est della strada che porta verso il villaggio Amaghu. La fortezza alcune volte viene menzionata nell'opera “La storia della regione di Sissakan” (circa 1299) di Stepanos Orbelian.