Aruch

Tornare alla Pagina Principale


Aruch 3: Il Palazzo dei Mamikonian

Il Palazzo dei Mamikonian

Nella parte sud-est della cattedrale ci sono le rovine del palazzo di Grigor Mamikonian scoperte dagli scavi. Questo e' identico alla composizione del palazzo del catholicossato di Dvin, ma con alcune diffrenze. Gli storici credono che Grigor volesse contestare il luogo del catholicossato a Dvin e percio' ordino' all'architetto di riprodurlo ad Aruch. Il palazzo e' formato di due costruzioni separate, una grande sala e una sala colonnata.

Il vero palazzo e' la sala colonnata (2) dove si puo' vedere la sala del trono con 2 capitelli massicci decorati con sculture sulla parte superiore del capitello. La sala centrale e' divisa in tre navate con colonne di pietra massiccia simili a quelle del Palazzo del catholicossato di Dvin, ma eccedono in larghezza.

La sala grande (4) del palazzo con alcune delle sue peculiarita' (gli stilobati, sculture di croci sulla parete nord) mostra la propria dedica antica quale cattedrale, rifatta nel palazzo e ciò e' dimostrato dagli scavi della zona del 2006-2007.

Nella sala colonnata sono conservati due capitelli, uno dei quali e' la copia dei capitelli trovati a Dvin, decorati con grandi foglie di palma, mentre la parte superiore e' decorata con foglie d'uva e frutta. L'altro capitello e' piu' piccolo e simile al primo con una sola differenza, che la parte superiore e' decorata con stelle esagonali.

Il trono e' l'unico nel suo genere ad essere conservato in Armenia ed e' situato nell'estremita' orientale della navata centrale. Il trono (1.3x1.6m) e' fatto di tufo, la sua superficie e' intagliata con uno schienale per il re.


Il testo e' edito dall'ICOMOS-Armenia ONG, approvato dal Ministero della Cultura della Repubblica d’Armenia.