Museo di Erebuni

Tornare alla Pagina Principale


Museo di Erebuni Sala 2 4:

Le antiche fortezze-insediamenti dell'altopiano Armeno e le costruzioni tradizionali di pietra, d'argilla e di legno servirono come base per lo sviluppo delle costruzioni nel regno Urartu.

Pietre come il tufo e il basalto veni­vano utilizzate soprattutto per le fondamenta delle costruzioni; i basamenti delle colonne, i cardini delle porte; anche le canalizzazioni erano in pietra. Uno dei materiali importanti per la costruzione era il mattone crudo, un impasto di terracotta e di paglia. Si usavano mattoni rettangolari e quadrati di diverse misure; per il calcolo nel periodo urarteo si utilizzava il kangun (51.8 cm). Con lo stesso impasto veniva realizzata l'intonacatura delle superfici dei muri, dei pavimenti e dei tetti piani. La struttura dei tetti e delle coperture - travi, colonne, porte, architravi - era di legno. Il legno scoperto ad Erebuni proveniva da conifere e da alberi decidui, quali i pini, gli olmi, i pioppi, le querce, i faggi.

L'architettura del periodo urarteo, celebre soprattutto per le sue fortezze e per i templi, viene poi ripresa nell'architettura armena medievale e moderna.
 

Share |