Garni

Tornare alla Pagina Principale


Garni 3: Le mura della fortezza. La costruzione delle mura

Le mura della fortezza

Le mura della fortezza con spessore di 2m erette con enormi blocchi di pietra sbozzati difendevano l'entrata nord della fortezza. Originariamente le mura avevano un'altezza di 12-14 metri, ma attualmente rimangono soltanto le pietre minuziosamente elaborate della parte inferiore delle mura di altezza non superiore a 2-4 metri. Questi blocchi di pietra ciclopici si univano tra di loro con graffe di ferro senza alcuna malta da costruzione – metodo che veniva usato dagli antichi romani. Questo fatto fa supporre che le mura della fortezza sono state erette nel periodo romano della storia.

In realtà, la simile tecnica di costruzione era usata anche nel Medio Oriente dove la muratura di pietra delle mura sul livello inferiore era applicata nel 3˚ millennio a. C. Nel 7˚ secolo i conquistatori arabi distrussero la gran parte delle mura della fortezza, ma esse furono ricostruite nel 10˚ secolo come prova l'incisione medievale sulle porte.


La costruzione delle mura

L'arte della costruzione delle mura iniziò a perfezionarsi nell'età del Bronzo quando furono erette mura ciclopiche attorno ai villaggi, città e fortezze. Le grandi mura venivano costruite con enormi blocchi di pietra ed erano chiamati ciclopiche perché gli antichi archeologi pensavano che solo i Ciclopi mitici erano in grado di alzare le pietre enormi che si ponevano sulle mura. Dalla funzionalità la costruzione delle mura si è trasformata in arte nel periodo ellenico, quando le mura della città erano considerate parte decorativa del paesaggio. Come esempio possono essere considerate le mura bianche che circondavano l'antica Artashat nel 2˚ secolo a. C.

Le mura della fortezza di Garni hanno conservato il loro aspetto iniziale. Qui è stata usata la tecnica fatta propria dei romani della muratura delle pietre senza malta da costruzione con l'uso del ferro. Per il rafforzamento delle mura i blocchi venivano posti alternativamente con le parti lunga e corta (opus quadratum). Di conseguenza, il tutto veniva bello e solido. Conservandosi per 500 anni, le mura furono distrutte dai conquistatori, ma furono subito ricostruite e rafforzate con le porte.
 

Share |