Via della Seta: Goris

Tornare alla Pagina Principale


Via della Seta 8: Goris. Regione di Goris. Luoghi spettacolari (Legenda)

Goris

La citta' di Goris (25.000 abitanti) viene ricordata anche coi nomi di Kores, Kiores, Kiurus, Kuris, Zanghesur e altri; divenuta citta' dal 1885, fu dal 1870 centro amministrativo della provincia di Elisabetpol. La regione di Goris, caratterizzata da una vasta valle, e' divisa attraverso il fiume Vararakn (ricordato anche col nome “Goris”) in una parte orientale e in una occidentale. La citta' si trova a un'altezza di circa 1400 m. sul livello del mare.

Il territorio fu abitato sin dal periodo paleo-neolitico. Secondo piu' fonti il numero delle grotte di Goris e dintorni supera le 10.000. Le formazioni in pietra del posto, creati da eventi naturali, sono conosciuti col nome di “burgher” (piramidi) e conferiscono una particolare bellezza alla natura di Goris. L'insediamento umano fin dai tempi antichi e' dimostrato dal ritrovamento di oggetti di ceramica risalenti all'eta' del bronzo e del rame. Nel corso degli scavi furono scoperti strumenti, armi, e diversi utensili di basalto e ossidiana.
La citta' antica, ubicata sulla riva sinistra del fiume Goris, nella vallata delle pendici a nord-ovest del monte Khut, in passato era un villaggio della regione di Haband di Syunik. Alcuni degli studiosi considerano unitariamente la citta' di Goris con i villaggi di Goru e Goraik menzionati da Stepanos Orbelian (storico del 13˚ secolo). Comunque, e' indiscutibile il fatto che Goris, nel medioevo, fu un crocevia importante per andare da Nakhijevan per Zanghesur, Arzakh e le spianate Merzkaspian (vicino al mar Caspio). Attraverso questa strada veniva trasportato il sale di Nakhijevan.

Nei secoli 17˚-18˚ i Melik-Husseinyan si trasferirono a Goris. Lo sviluppo iniziale di Goris comincio' negli anni 70 del 19˚ secolo quando con la spartizione amministrativa dello zar la citta' divenne il centro amministrativo della provincia di Zanghesur. Essendo la valle troppo ristretta,la Goris antica non pote' svilupparsi e nel 1870, sulla destra del fiume venne fondata la Nuova Goris. Con il consiglio di Manuciar-Bek-Melik-Husseinyan il piano regolatore della citta' fu progettato da un architetto tedesco. Il secondo piano generale fu fatto nel 1948 (architetto P. Khoyezyan), il terzo, invece, nel 1973 dagli architetti L. Elvasova, E. Tashchyan, G. Avetisyan, P. Goroyan. Goris e' caratterizzata da strade dritte e case di basalto e di tufo.


Regione di Goris

Le rocce alte, le cime piramidali, le gole profonde, le grotte e le caverne danno un aspetto speciale alla citta' di Goris. Essa include valli di 200-800 m. di profondita' e fiumi come ilVorotan, il Goris, lo Zorashen,lo Khnzoresk, lo Aghsu, il Khosnavar e il Tatev. La cima piu' alta della zona e' il vulcano spento Mez Ishkhanassar (3550 m.). Sulla cima di quest' ultimo, a 2700 m. dal livello del mare, si trova il lago Sev (lago nero).

 


Luoghi spettacolari (Legenda)

1. Antica Goris
2. Chiesa di S. Grigor Lusavorich
3. Monumento delle Sette Fonti
4. Monumento alla II Guerra Mondiale
5. Monumento delle Campane
6. Casa - Museo di Aksel Bakunts
7. Galleria d'Arte di Goris
8. Museo delle Tradizioni Locali di
Goris
9. Centro Estetico dei Bambini di
Goris
10. Memoriale di Zoravar Andranik
11. Centro Culturale