Karahunj

Tornare alla Pagina Principale


Karahunj 5: Gli scavi archeologici. La tomba centrale. Campo di tombe

Gli scavi archeologici

Nell'antichita', spesso per le misure straordinariamente grandi, la maggior parte delle tombe furono depredate, e per inquadrare questo sito antico fu necessario studiare il cimitero collocato a 2 km a sud dal Karahunj che si trova nel cortile della “Stazione Sperimentale” di Sissian. Gli scavi testimoniano che l'area del sito fu abitato nel primo quarto del 2˚ millennio a.C. circa. I resti dei vasi di terracotta che furono scoperti nello strato inferiore sono caratteristici del periodo precedente a quello “Sevan-Arzakh” i cui complessi risalgono alla meta' del 13˚ secolo.

La tomba centrale

Negli anni'ottanta qui furono scavate la tomba centrale ed altre tombe sulla parte ovest del sito. Durante gli scavi guidati dal dottore delle scienze Onnik Khnkikyan venne scoperta una grande tomba coperta di pietre che aveva due saloni risalente al 1˚ millennio.

Le tre pietre di chiusura avevano tre fori; la pietra a est e' rossa. Il tumulo della tomba e' listato con “cromlech” messe una accanto all'altra con la superficie esterna piatta.

Campo di tombe

L'area che si trova a ovest dal cerchio (ovale) centrale delle steli si chiama “Hrvandan” (promontorio) ed e' un'area triangolare circondato da rocce che la delimitano a ovest. Nella zona incontriamo altre costruzioni ciclopiche. Tra queste troviamo tombe di pietre interrate con la parte superiore mancante probabilmente a seguito di ruberie. Questo tipo di tombe si trovano anche all'esterno del sito.

Durante gli scavi sono stati trovati oggetti come pezzi di vasi di terracotta di colore nero o marrone scuro, mulino a forma di nave, strumenti di ossidiana, vasi colorati, pendagli.

Gli scavi dell'unica tomba con l'entrata nord testimoniano che nel medioevo questa fungeva da dimora. Furono scoperti pezzi di fornace, pezzi verniciati di diversi vasi di terracotta. Nello strato inferiore furono scoperti reperti dall'era del bronzo, tra questi anche pezzi di vasi di terracotta degli inizi dell'eta' del bronzo.

Era piu' ricco di reperti “il campo delle tombe” Zoraz Kar, collocato a 2 km a sud dal Karahunj che si trova nel cortile della “Stazione Sperimentale” di Sissian. E' formato di tombe dell'era del ferro e media del bronzo per seguire l'evoluzione di quel periodo. I reperti sono costituiti da pezzi di vasi di terracotta, strumenti di metallo e di pietra, pendagli, pugnali, scheletri di cavalli e di animali. Nella sepoltura si usava coprire lo scheletro con una malta e di purificare con il fuoco (c'erano rami bruciati). La presenza di strumenti e di terraglie nei cimiteri e' la testimonianza del fatto che probabilmente erano messi per essere usati nella vita successiva.