Khor Virap

Tornare alla Pagina Principale


Khor Virap 9: S. Gregorio / Khor Virap

S. Gregorio / Khor Virap

La fossa dove Gregorio fu incarcerato per tredici anni si trova a sud-ovest della chiesa principale, sotto la cappella di S. Ghevorg, la basilica piccola con le absidi semicircolari. Secondo la testimonianza di Hovhannes Draskhanakertzi fu il katholikos di tutti gli armeni Nerses III il Costruttore (641-661)a costruire la cappella sopra la fossa.
Dopo essere asceso al trono patriarcale egli [Nerses III] “Costruì un santuario vicino alla fossa dove San Gregorio, l'apostolo dedito a Dio, fu sotterrato in mezzo a insetti velenosi e schiacciò la testa del mostro perverso, così trasferendo la gente armena dalle profondità mortale dell'idolatria alla luce splendida del figlio di Dio” .
Hovhannes Draskhanakertzi (Storia d’Armenia, Yerevan, 1996,p.87 in paragone alla p. 86).

Quindi la cappella attuale fu costruita nel 642. Nerses III il Costruttore ,che nella storia armena e` riconosciuto per la sua attivita` di costruttore, fu sepolto presso Zvartnots, un’altra chiesa famosa costruita da lui stesso.

A sud-ovest della chiesa si trova la fossa con 4.4 metri di diametro e 6 metri di profondita` a tetto concavo. La fossa che serviva come prigione per i condannati a morte anche per Gregorio avrebbe avuto la stessa fine se non ci fosse quella donna generosa che gli portava acqua e pane quotidiana.
In queso periodo, uscendo dal monastero San Paolo presso Roma 70 suore vennero in Armenia con a capo della superiore Gayane. Di loro 37, incluso anche Gayane e Hripsime la quale Tiridate voleva come moglie, si martirizzarono all’ordine del re. Dopo la loro uccisione malamente Tiridate si impazzi`. Sua sorella Khosrovadukht alcune volte vide lo stesso sogno dove le fu suggerito che solo Gregorio avrebbe potuto salvare il re.
Gregorio fu portato fuori dalla fossa; il re rimpianse (rimpiangere) e chiese perdono per la malizia fatta contro Gregorio e contro i cristiani e si converti` al cristianesimo.


Nel 301 l'Armenia diventò il primo paese ad avere adottato il cristianesimo come religione di stato. Nel 302 Gregorio fu confermato da Leontius come patriarca d’Armenia a Cesarea (la sua patria dell’infanzia).

Dopo aver predicato ed insegnato piu` di 25 anni il popolo, dopo aver organizzato definitivamente la vita religiosa, all'età molto avanzata,nel 326 Gregorio si ritirò presso la caverna Manyaz Ayr vicino alla montagna Sebuh (la montagna Sepuh) nella provincia di Daranalia ( Armenia Settentrionale) dove mori`dopo alcuni anni.