Tatev

Tornare alla Pagina Principale


Tatev 4: L'università di Tatev. Hovhan Vorotnezi e Grigor Tatevazi


L'università di Tatev

Il monastero, come centro scolastico-scientifico, ebbe due importanti periodi di sviluppo: seminaristico nel periodo più antico e poi universitario. Il seminario, fondato agli inizi del 10˚ secolo (quando venne consacrata la chiesa dei Santi Pietro e Paolo), nel 14˚ secolo (1390) viene menzionato come università (probabilmente esisteva anche prima). E' una delle università più antiche del mondo in cui gli studenti seguivano corsi di scienze sociali ed umanistiche, musica, arte della scrittura, della miniatura ecc. L' università rivestiva una grande importanza, ispiratrice della creazione di altri simili centri educativi del Syunik (Gndevanq, Zakhazqar, Bgheno-Noravanq).

Stepanos Orbelian scrisse che Tatev aveva 500 monaci, filosofi ''profondi come il mare'', musicisti, poeti, pittori e calligrafi. Molti eruditi del tempo insegnavano qui. Il monastero produsse esperti insegnanti e calligrafi. Qui furono creati un gran numero di manoscritti di valore, che circolavano nell'intero mondo armeno.

Dal 1291 al 1384, a seguito della chiusura dell'università di Gladzor durante le terribili guerre mongole (1338-48), Tatev divenne l'unica università attiva dell'Armenia orientale. Il periodo di prosperità durò dal 1390 al 1435 quando l'università era considerata l'ultima grande istituzione formativa del paese. Distrutta dalle forze di Tamerlano (14˚-15˚ secolo) l'università fu chiusa nel 1435 e il monastero dato alle fiamme. Nel 1780 una nuova scuola fu costruita lungo il muro orientale.

Hovhan Vorotnezi e Grigor Tatevazi

L'età d'oro di Tatev si ha sotto la guida dei due rappresentanti più importanti dell'Armenia, insegnanti geniali,accademici, scienziati, storiografi e artisti: Hovhan Vorotnezi (1315-1388) e Grigor Tatevazi (1346-1409).

Vorotnezi studiò nell'università di Gladzor che nel 1338 venne trasferita nel monastero di Hermon e poi nella provincia di Vorotan, vicino a Tatev. Nel 1384, su iniziativa degli Orbelian, l'università venne spostata nel monastero di Tatev. Ebbe una fama straordinaria conquistando studenti da tutta l'Armenia e dalla Cilicia. Facendo tesoro della sua esperienza maturata nell'università di Gladzor, Vorotnezi riformò il programma di studi di Tatev e modificò le regole d'iscrizione degli studenti e potenziò la qualità dei professori.

Lo studente più brillante di Vorotnezi fu Grigor Tatevazi che prese il suo posto quando quest'ultimo morì. Grigor Tatevazi portò l'università ad un livello ancora più alto. I suoi sono stati gli anni più produttivi dell'istituzione, che hanno dato forza alla politica e alla cultura del regno. A Tatevazi fu dato il titolo di “Yerametz”, che significa “tre volte grande”.

Tatevazi è sepolto nella tomba monumentale (15) che porta il suo nome, adiacente alla chiesa dei Santi Pietro e Paolo, di fronte all'entrata della chiesa di S. Gregorio. Il matenadaran (biblioteca) e il manoscriptorium (10) del monastero si trovano di fronte al campanile sul lato opposto del cortile.


Testo originale controllato e approvato dalla Sede Madre della Santa Echmiazin.