Zvartnoz

Tornare alla Pagina Principale


Zvartnoz 1: Legenda

Legenda

1. Zvartnots Cattedrale
2. Corridoio centrale
3. Altare
4. Pozzo d'acqua
5. Stanza del trono del palazzo
6. Palazzo Corridoio delle colonne
7. Stanze ausiliarie
8. Stanze riservate
9. Cantina
10. Pietre pagane
11. Vasi per la conservazione
12. Pietra Cuneiform di Rusa II
13. Meridiana
14. Bagno romano
15. Basilica di quinta secolo

 

La grandiosa cattedrale di fronte a Voi, riferita come Zvartnots o, dagli storici medievali, cattedrale di San Grigor Lusavorich ( Illuminatore) fu costruita nel luogo in cui secondo la tradizione S. Gregorio incontro' e curo' il re armeno T'rdat iniziando cosi’ la conversione di quest' ultimo e guidando il Paese verso la conversione al Cristianesimo adottato per la prima volta come religione di stato proprio dall' Armenia (301).

Il nome di Zvartnots e' attribuito alla visione di Grigor Lusavorich ( San Gregorio Illuminatore) avuta quando fondo' la Chiesa Armena. Questa parola puo' avere varie traduzioni: “I Vigili”, “Le Forze Vigili”, “Gli Arcangeli”, “ Le Creature Celestiali”. Il nome potrebbe anche derivare, anche se non e' provato, dal nome precristiano “Zvartnonk” con il quale veniva invocato lo spirito che secondo la credenza rianimava i morti.

Ispirato dall'interpretazione dell'Apocalisse che prediceva la seconda venuta del Cristo quando le sette principali chiese del Cristianesimo si sarebbero unite, Zvartnots fu costruita come a simboleggiare il “settimo sigillo della presenza di Dio sulla terra” (dall'Apocalisse 11:15-19 della Santa Biblia). Zvartnots , uno dei piu' alti edifici del tempo, fu la piu' importante conquista architettonica del mondo bizantino.

La sua architettura ha avuto una forte influenza sulla ricostruzione della cupola della chiesa di Santa Sofia a Costantinopoli che crollo' nel 558, commissionata molto probabilmente proprio all'architetto di Zvartnots che riprodusse il sistema tubolare dell'arco.
 

Share |